0833/872463

FAX : 0833/219650

segreteria@cgaserviceconsulting.it

consulenza@cgaserviceconsulting.it

Usura bancaria

0 Comments

L‘usura è la pratica consistente nel fornire prestiti a tassi di interesse considerati illegali, socialmente riprovevoli e tali da rendere il loro rimborso molto difficile o impossibile, spingendo perciò il debitore ad accettare condizioni poste dal  creditore a proprio vantaggio.

Si ha usura quando il corrispettivo di una prestazione in denaro consistente nella richiesta di interessi, spese e commissioni costituisce un costo totale finanziario estremamente esoso.

L’usura bancaria è una fattispecie normativa introdotta dall’art. 644 del Codice Penale Italiano e riformulata dalla Legge n. 108 del 7 marzo 1996, la quale ha apportato innovazioni e modifiche nell’ordinamento giuridico italiano. Con tale legge, il legislatore emana una norma specifica per la rilevazione oggettiva dell’eventuale usura applicata dagli operatori finanziari, definendo chiaramente che è la legge a stabilire “il limite oltre il quale gli interessi sono sempre usurari”.

Questo tasso limite viene chiamato “tasso soglia”. Il corrispettivo è usuraio quando il tasso effettivo convenuto o applicato dalla banca è superiore al tasso soglia.

L’art. 1, comma 1 della legge 108/1996 recita: “Per la determinazione del tasso di interesse usurario si tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate alla erogazione del credito”.

Due sono le ipotesi di usura delineate dall’art 644 codice penale:

“usura oggettiva” e “usura soggettiva”.

Il fenomeno dell’usura oggettiva si verifica quando, anche solo in un dato trimestre, il tasso effettivo applicato dalla banca o dall’istituto supera il Tasso Soglia di Usura, determinato trimestralmente dalla Banca d’Italia.

La determinazione del tasso effettivo applicato deve tenere conto, oltre che degli interessi passivi applicati, di qualunque costo collegato all’erogazione del credito, con la sola esclusione delle imposte e tasse. Più nello specifico contribuiscono a determinare il tasso Effettivo applicato le Commissioni di Massimo Scoperto, le Spese di tenuta Conto, le Spese per singola operazione effettuata ecc.

La determinazione del Tasso Soglia avviene partendo dalla determinazione del TEGM (Tasso Effettivo Globale Medio). La formula per la determinazione del Tasso Soglia di Usura è stata modificata nel Luglio 2011, alzando il limite, e dando un ulteriore tutela al sistema. E’ previsto inoltre un tetto al Tasso Soglia che prevede che la differenza tra il Tasso Soglia Usura e il Tasso Medio non può in ogni caso essere superiore a otto punti percentuali.

L’art. 1815 c.c. prevede che qualora siano convenuti interessi usurari la clausola è nulla e non è dovuto alcun interesse.

Detto ciò’, vediamo cosa è possibile fare in caso la Banca commetta il reato penale dell’usura:

1) ti consente di farti restituire dalla banca tutti gli interessi che hai pagato fino ad oggi.

2) ti consente di annullare il contratto di mutuo illegale pagato fino ad oggi con interessi esorbitanti ed ingiustificati.

3) ti consente di rinegoziarne uno nuovo senza più pagare un euro di interessi ma solo il capitale, dimezzando di fatto la tua rata mutuo (vedi sentenza cassazione 350/2013).

4) ti consente di bloccare azioni di revoche, pignoramento, vendita all’asta dei tuoi beni proteggendo te e ciò che hai faticosamente guadagnato e messo da parte nel corso della tua esistenza.

L’attività di Analisi delle Anomalie Contabili si sviluppa in vari prodotti:

CONTI CORRENTI, DERIVATI, SWAP, MUTUI, LEASING, ATTI IMPOSITIVI della PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIARIA (Cartelle Esattoriali) I conti correnti meritano ovviamente maggiore attenzione  in quanto rappresentano lo strumento di credito bancario più diffuso.

Scarica i documenti